Il pavimento in vetro per il soppalco

0
3
Pavimento in vetro per il soppalco

Il pavimento in vetro per il soppalco: effetto estetico, tipologie di materiale, vetro strutturale, pulizia, finitura superficiale

Il vetro strutturale è senza ombra di dubbio il materiale più innovativo, moderno, affascinante, nonché il più costoso con il quale si possa scegliere di costruire un soppalco.

Le attuali tecnologie permettono infatti di realizzare non solo le scale e la balaustra, ma il solaio stesso del soppalco in vetro, eventualmente in abbinamento a travi d’acciaio ed al limite scegliendo di realizzare anche queste ultime in vetro.

È chiaro che quando si parla di vetro per la pavimentazione di un soppalco, non si parla in realtà di un rivestimento ma di una struttura vera e propria bastante a sé stessa, perfetta senza bisogno che vi sia posato sopra null’altro.

Realizzare un soppalco in vetro significa rendere l’ambiente molto più luminoso e ampio; utilizzare un materiale trasparente permette di non percepire alcun senso di chiusura nell’ambiente che rimane al di sotto del soppalco e contribuisce a creare atmosfere magiche e suggestive, dal carattere moderno e fortemente innovativo; negli ambienti domestici è molto indicato per i loft ma può adattarsi anche ad ambienti tradizionali perfino arredati in modo classico.

Solitamente l’effetto più bello e congeniale del soppalco in vetro si ottiene quando la sua funzione è più simile a quella di una passerella o di una balconata (ricordando un po’ esteticamente il ponte di una nave); per questo motivo è una soluzione che trova impiego soprattutto in moltissimi shoowroom, spazi espositivi o negozi e meno nell’ambito dell’edilizia  residenziale.

Infatti, a prescindere dal fatto che non sempre è possibile caricare questo tipo di materiale con elementi ingombranti e pesanti, nel momento in cui la superficie trasparente viene coperta dalla mobilia perde molto del suo fascino e della sua trasparenza.

Solitamente quando si decide di realizzare un soppalco nella propria abitazione è perché si ha bisogno di nuovo spazio da poter utilizzare e “riempire”, per cui l’aspetto pratico viene prima di ogni altra cosa.

Rispetto a soppalchi realizzati in maniera tradizionale quelli in vetro strutturale sono senza dubbio molto più costosi, ma garantiscono una resa estetica impareggiabile: ovviamente in questi casi anche scale e parapetti saranno elementi vetrati o tutt’al più realizzati con l’ausilio di strutture metalliche leggere o tirantini d’acciaio.

 

Dal punto di vista tecnico esistono differenti modalità per realizzare un soppalco vetrato: è possibile utilizzare travi in acciaio o in vetro per sostenere il piano di calpestio; ma per sbalzi con luci limitate si può anche far in modo di fissare le lastre trasparenti direttamente nella muratura perimetrale attraverso appositi supporti opportunamente celati suggerendo un’estrema idea di leggerezza e facendo sembrare quasi che il soppalco sia magicamente sospeso nel nulla.

Abbinando quest’ultimo tipo di soluzione ad una scala composta di soli gradini vetrati incastrati nel muro si otterrà un effetto meraviglioso e sembrerà quasi di stare sospesi su una nuvola.

Se già realizzando un soppalco in vetro finisco per non sfruttare al massimo le possibilità di spazio recuperato, non bisogna poi sottovalutare l’aspetto manutentivo e funzionale della struttura.

Nonostante il vetro impiegato sia un materiale resistente risulta comunque facilmente graffiabile, inoltre le impronte, lo sporco ma persino la polvere saranno sempre in agguato e ben visibili costringendoci a pulire in continuazione (e neppure pulire senza lasciare aloni non sarà impresa facile!).

Il vetro strutturale è lucido e abbastanza scivoloso quindi, anche per quanto riguarda la sicurezza non è esattamente il piano di calpestio migliore, se poi si pensa anche alla pericolosità degli spigoli vivi caratteristici dei gradini di una scala in vetro, è un materiale altamente sconsigliato in case dove ci sono bambini piccoli e persone anziane.

Immagini tratte da: www.vetrostrutturale.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here