Il pavimento delle scale in quarzite

0
2
Le scale in quarzite

La quarzite per i pavimenti delle scale, sia interne che esterne: pregi e difetti, finiture, colorazioni, effetto estetico, pulizia

La quarzite è una pietra naturale, costituita essenzialmente di quarzo e in misura variabile anche da mica e da altri componenti in percentuali più o meno alte, la cui struttura è prevalentemente massiva.

Si tratta di un materiale lapideo dall’aspetto estremamente particolare ed accattivante, adatto anche ad ambienti domestici dal gusto prettamente moderno, ne esistono infatti svariate qualità a seconda delle località di estrazione che ne caratterizzano la composizione e di conseguenza l’estetica e la colorazione.

La quarzite può essere tranquillamente impiegata sia per il rivestimento di scale interne agli ambienti domestici, che per gradinate esterne d’accesso all’abitazione, per le quali è molto apprezzata, in particolar modo nella posa ad opus incertum e con lavorazione a spacco.

Le sue caratteristiche tecniche la rendono particolarmente resistente agli sbalzi termici, all’abrasione, agli acidi ed al logoramento.

Anche la quarzite, come accade per le altre pietre naturali,  si presta perfettamente ad essere impiegata in ambienti arredati in stile classico, soprattutto per scale con superfici lucide e nelle varianti di colore tipiche del crema o del rosso-rosa; in realtà questo materiale può essere rivisitato in chiave moderna e lavorato in modo particolare con geometrie essenziali, pulite e squadrate utilizzando tonalità neutre oppure le varianti più lucenti e scintillanti in modo tale da renderlo adatto ad arredamenti all’ultima moda e persino accostabile ad oggetti di design.

Ad esempio si possono realizzare scale a giorno assolutamente moderne montando su strutture metalliche gradini costituiti da singole lastre di pietra squadrate, oppure anche per scale in muratura si possono impiegare blocchi interi di materiale squadrati e lavorati in modo essenziale con alzata e pedata a filo.

Anche il tipo di finitura superficiale e la scelta della ringhiera hanno la loro importanza: è chiaro che le superfici lucide e levigate sono più adatte ad ambienti dal sapore antico e ben si sposano con parapetti in muratura o magari più elaborati realizzati in ferro battuto; mentre lavorazioni fiammate o sabbiate e corrimani inesistenti o sottili realizzati in vetro o acciaio  si addicono maggiormente ad ambienti moderni.

Le superfici di quarzite nella versione a spacco ed in quella spazzolata si prestano alla perfezione anche per ambienti dal sapore rustico come ad esempio nelle case di campagna dove questo materiale può trovare impiego anche per le scalinate e i vialetti esterni d’accesso.

La quarzite poi a seconda della zona di provenienza può avere le colorazioni più disparate: da quella abbastanza classica grigio-gialla tipica dei territori del cuneese che si addice soprattutto a scale rustiche e da esterni, magari realizzate ad opus incertum, si passa alla varietà più conosciuta ovvero quella brasiliana, che grazie all’alta concentrazione di quarzo, garantisce superfici particolarmente luminose e brillanti prestandosi a seconda della finitura a tutte le ambientazioni.

Esistono poi particolari qualità di quarzite dai colori più disparati che sono nella maggior parte dei casi di provenienza asiatica: si va dal nero al bianco assoluto particolarmente luccicanti perfetti per scale moderne magari dalle forme sinuose e dal design particolare.

A differenza di altre pietre la quarizte può risultare particolarmente calda ed accogliente dunque perfetta per gradinate d’accesso all’abitazione.

Eventualmente per proteggere le superfici e facilitare le operazioni di pulizia si può pensare ad un trattamento della pietra di tipo olio-idro repellente da effettuarsi subito dopo la posa (indicato specie per le scale esterne).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here